SEO e Pay per click

L'ottimizzazione organica dei siti, o SEO (acronimo di Search Engine Optimization) consiste nell'ottimizzare le singole pagine del sito, creando contenuti di valore e nel creare una rete di link da e verso il sito stesso per posizionare il sito in testa ai motori di ricerca per le parole chiave scelte.
In questo articolo andremo ad esplorare i pro e contro dei due metodi.

Il Keyword Advertising o pay per click (PPC) è una modalità di acquisto e pagamento di pubblicità online; l'inserzionista paga una tariffa unitaria in proporzione ai click (click-through rate), ovvero solo quando un utente clicca effettivamente sull'annuncio pubblicitario. (Wikipedia).

SEO: Ottimizzazione organica per i motori di ricerca

Si pensa che il posizionamento organico sia economico. Non lo è. Perchè richiede un efficace lavoro per ottimizzare le pagine e monitorare i risultati.
Uno svantaggio del posizionameno organico è il tempo richiesto per arrivare in testa ai motori di ricerca. Dato che i maggiori motori non aggiornano i loro indici giornalmente, a volte i primi risultati di un lavoro professionale possono richiedere anche più mesi.

SEM e Pay Per Click

Il primo punto a favore del keyword advertising è dato dall'immediatezza dei risultati e dal pieno controllo da parte di chi pubblicizza.
Puoi investire 50 Euro o 50 mila. Puoi scegliere una serie di parole chiave oggi e se non producono i risultati sperati puoi sceglierne altre completamente diverse domani.
Se gestita male, questa forma di promozione può diventare una forma di investimento poco redditizio.
L'obiettivo di una campagna pay-per-click efficace è quello di ottimizzare il numero di conversioni finali (visite/clienti) e quindi il rendimento della campagna stessa.

In Conclusione

C'è una regola nel mondo dell'advertising: se una campagna raggiunge pieni risultati nel ROI (Ritorno dell'investimento) allora è pienamente giustificata.


Autore:
Ultimo aggiornamento: 10-11-2011